I record frantumati da Cristiano Ronaldo nella sola partita d’esordio Mondiale

I record frantumati da Cristiano Ronaldo nella sola partita d’esordio Mondiale

giugno 27, 2018 0 Di admin

Non c’era bisogno di strafare per confermarsi il migliore giocatore al mondo, lui, insieme a Messi è il bilanciamento perfetto di due visioni di calcio. Due campioni che hanno messo in ombra tutto il resto del calcio negli ultimi 15 anni. La cosa sorprendente, in pieno clima rumors per la partenza da Madrid come riporta www.newscalciomercato.eu   , il portoghese, nella partita di esordi di Russia 2018 contro la Spagna ha migliorato, o meglio, frantumato molteplici record personali e mondiali; a conferma del grande valore espresso sempre dal calciatore. C’è dell’incredibile per la quantità di primati raggiunti in un singolo match, vediamoli insieme nel dettaglio:

A segno in 4 edizioni del Mondiali

A segno consecutivamente in 4 mondiali, questo il primo record. Da Germania 2006 a Russia 2018 CR7 sempre presente alla voce marcature. In buona compagnia insieme al suo omonimo brasiliano, Pelè, Seeler e Klose.

Primo assoluto a segnare in 8 competizioni maggiori consecutivamente

Sempre a rete in Portogallo 2004, Germania 2006, Austria Svizzera 2008, Sud Africa 2010, Polonia Ucraina 2012, Brasile 2014, Francia 2016, Russia 2018

Più goal in 45 minuti di gioco che nelle precedenti edizioni mondiali

Ronaldo ha segnato 2 gol contro la singola rete messa a segno nel 2006, nel 2010 e nel 2014.

Tripletta con la maglia del Portogallo al Mondiale

Ronaldo prende posto vicino a mostri sacri del calcio portoghese, conquistando il primato insieme a Eusebio e Pauleta

Giocatore più vecchio ad aver segnato una tripletta

Con i suoi 33 anni e 130 giorni, Cristiano Ronaldo risulta il giocatore più vecchio ad aver messo a segno una tripletta in una competizione mondiale.

Tripletta alla roja

Cristiano Ronaldo è l’unico giocatore ad aver segnato una tripletta alla nazionale spagnola nella storia della coppa del Mondo.

Senza dubbio, i record messi a segno da Ronaldo, renderanno la visione del mondiale più interessante, sia per continuare a regalarci meraviglie sia per portare avanti l’eterno duello con il rivale Lionel Messi, che a differenza sua, come vuole la tradizione, non ha esordito nel migliore dei modi con la sua Argentina, fermata sull’uno a uno da una grande Islanda, in unmatch in cui il 10 celeste si è fatto parare il rigore del possibile due a uno a favore degli uomini di Jorge Sampaoli.