Crescere con la squadra del cuore: investire negli sport, ultimo trend

trading-sport

Al giorno d’oggi, sono sempre di più coloro che hanno intenzione di investire nel mondo dello sport. D’altronde, questo è uno dei trend del momento che, per giunta, può determinare anche degli importanti introiti. Ecco perciò tutto quello che bisogna conoscere su questa tematica.

Investimenti nello sport: cosa occorre sapere

Nel corso del tempo, la mentalità di coloro che abbiano intenzione di effettuare un investimento, anche ingente, è andata via via cambiando. Ecco perché si è arrivati al giorno d’oggi in cui lo scetticismo è sempre minore sulla possibilità di puntare su società sportive. L’orientamento comune sembra proprio quello di investire in questo campo che non diventa perciò collegato solo ai risultati ottenuti sul campo. Infatti, investire in questo modo vuol dire fare in modo che le performance del club abbiano una certa influenza economica e finanziaria. Il valore delle società agonistiche va perciò a rimodularsi, soprattutto se si pensa che non si valuta unicamente l’andamento sul campo, ma anche altri elementi: tra questi è impossibile non citare la mole ingente di ricavi che si ottengono dai diritti tv e soprattutto dagli sponsor. Il che, inevitabilmente, comporta un aumento dei guadagni per chi voglia investire nel mondo dello sport.

Soprattutto negli Stati Uniti, tanti manager che vengono da grandi aziende o da fondi di private equity, hanno investito nello sport. Come mai? “Sicuramente – spiega il macro strategist di Marzotto Sim – per l’audience e gli sponsor, ma anche per gli asset tangibili come i giocatori (legati comunque soltanto fino alla scadenza del contratto) e lo stadio di proprietà (nella maggiore parte dei casi) nel centro delle grandi città. Lo stadio inizialmente consisteva in un parcheggio e in alcuni punti di ristoro. Con il tempo, lo stadio è diventata una vera e propria “experience”; l’infrastruttura si è spostata in aree meno centrali e in prossimità sono state costruite palestre, centri medici, centri commerciali se non addirittura – come ha fatto la Juventus alla Continassa – hotel e residence. Con il tempo quindi le società sportive sono diventate un insieme di asset intangibili e tangibili, che ne hanno stabilizzato il valore”.

Le prospettive degli investimenti nello sport

I titoli value sono qualcosa di molto interessante per gli investitori. Ecco perché è giusto precisare che quando si parla di società sportive si fa riferimento a titoli del genere che sono più stabili e che soprattutto ogni anno generano degli utili. Questo li rende perciò molto più appetibili rispetto ai tantissimi altri che si trovano nel mercato finanziario attuale. I titoli di un club calcistico hanno da un lato gli asset fisici, ovvero la somma delle parti. Ma è bene prendere in considerazione anche le prospettive di crescita del club che potrà così riscuotere seguito sui social anche in altre zone del mondo, su piattaforme specifiche di informazione sul trading, come forexbrokeritalia. Indubbiamente gli asset di proprietà come, per esempio lo stadio, è qualcosa di molto interessante e la valutazione dei titoli va fatta con un modello opportuno.

L’effetto-Ronaldo in Italia

Per capire bene questo tipo di meccanismo e la possibilità di effettuare un investimento nel mondo dello sport, si può partire da un caso che ha fatto parlare il mondo. Si tratta dell’arrivo di Cristiano Ronaldo alla Juventus nell’estate del 2018. In quel momento si parlava del calciatore più vincente nel mondo del calcio, reduce dall’ennesima vittoria in finale di Champions League, che sposava il progetto di un club italiano. Questo tipo di operazione è stata giudicata da molti come avventata e poco sensata vista l’età del campione portoghese e i costi da sostenere per lo stipendio. Eppure attorno a lui si è sviluppato un movimento di marketing e business generale per il club Juventus che, inevitabilmente, ha finito per incidere positivamente anche per quel che concerne la situazione finanziaria del club. Da tutto il mondo sono arrivati investimenti di persone che hanno visto nel club piemontese una società pronta a salire alla ribalta del calcio mondiale.

Stesso si può dire per la Ferrari e la FormulaUno, che negli ultimi anni hanno fatto registrare cifre importanti. Il team della Rossa infatti, dopo diversi anni senza vittorie, viene visto come quello pronto a tornare alla vittoria e perciò incrementare la sua visibilità e dunque il business ad esso collegato.

Conviene investire in società di calcio?

In Italia ci sono tre squadre solamente che sono quotate in Borsa, ovvero Juventus, Lazio e Roma. Tutte con andamenti differenti e che stanno comunque registrando un aumento degli investimenti, soprattutto considerando la situazione sportiva attuale. La Juventus è da anni la squadra più forte in Italia ed è pronta a fare il grande salto a livello europeo; le due romane, dopo anni difficili, hanno iniziato ad assaporare i piani alti della classifica. Questo ha finito per attirare persone da ogni parte del mondo, considerando i discorsi aperti in merito ad asset fisici, su tutti lo stadio.

Dire se convenga o meno non è semplice: bisognerebbe investire nelle squadre che abbiano maggiori probabilità di arrivare fino in fondo ad una determinata competizione. Inoltre, gli investimenti sul calciomercato possono far schizzare le cifre investite nei confronti del club: appunto, come dimostra l’acquisto di Ronaldo da parte della Juventus.

Occhio ad investire sul mondo degli eSports

Gli eSports stanno prendendo sempre più piede, anche considerando che ci sono tanti giovani attratti da questo mondo. E il che può rivelarsi interessante anche in un’ottica finanziaria: sono tanti coloro che puntano su questo tipo di attività. Il che viene determinato soprattutto dalle numerose sponsorizzazioni, oltre che da eventi e campionati mondiali che possono competere con le manifestazioni sportive più tradizionali. Il seguito è elevato e il flusso di denaro alquanto ingente.

Dal 2015 il settore è in crescita a ritmi spaventosi con un aumento del 40% in più degli spettatori rispetto a un anno prima. I ricavi del 2019 sono stati oltre 150 milioni di dollari, oltre il 10% in più rispetto al 2018.

L’ingresso degli eSports nel mondo della Borsa è realtà: le società attive in questo mondo, infatti, saranno quotate grazie ad un ETF specifico, creato ad hoc. Si tratterà di un Exchange Traded Products che permetterà dunque di fare trading direttamente sul web relativamente ad aziende che sono coinvolte nel mondo dei videogames. Una situazione che inizia a diventare perciò molto interessante per tutti e che potrebbe portare seriamente a degli introiti di un certo livello per gli investitori. Gli Stati Uniti sono avanti a tutti in questo senso: almeno un terzo degli americani ha deciso di puntare sugli eSports per puro divertimento e per iniziare a scoprire un mondo completamente nuovo. Le possibilità sono molteplici e, alla lunga, potrebbero rivelarsi proficue anche per l’Italia: diversi club hanno annunciato di essere pronti a lanciarsi verso gli eSports.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *