Lazio, Inzaghi: “Pronti a tutto, il passaggio del turno sarebbe un bel regalo di compleanno. Quella di Parolo assenza importante, ma siamo tranquilli”

Alla vigilia di Roma-Lazio, valevole per la semifinale di ritorno di Coppa Italia, Simone Inzaghi, tecnico dei biancocelesti, presenta la gara in conferenza stampa. Segui le sue dichiarazioni in tempo reale su Italiacalcio24.it: “Il passaggio del turno sarebbe un bel regalo di compleanno. La nostra idea è che abbiamo chiuso un primo tempo in vantaggio per due reti a zero, ma sicuramente non faremo calcoli sul risultato e daremo il massimo domani sera. Sabato abbiamo sprecato molte energie, il Sassuolo ci ha dato filo da torcere e quindi tra oggi e domani sarà importante recuperare. Dovremo giocare una partita al di sopra delle righe. Noi abbiamo un grandissimo rispetto della Roma, però sappiamo al tempo stesso che dovremo fare una partita umile e di sacrificio. Queste partite vanno fatte in questo modo, fermo restando che siamo consapevoli delle nostre forze: se siamo arrivati fin qui, evidentemente ce lo siamo meritati e vogliamo arrivare in finale. Questo derby si vince con tutto, con testa, cuore e tanta umiltà e determinazione al tempo stesso”.

Sull’assenza di Parolo: “Sarà un’assenza importante, ma io sono fiducioso. E’ capitato qualche volta nel corso della stagione di dover fare a meno di qualche giocatore forte, però siamo sempre riusciti a cavarcela”.

Le sensazioni di Inzaghi: “Essendo tifoso di questa squadra e essendo qui dal ’99, per me è un motivo di grande orgoglio. Ho trovato grandissima complicità con il mio staff, con la società e i giocatori. Stiamo facendo bene tutti quanti, ma adesso bisogna continuare così in questi ultimi due mesi”.

Sul modulo: “Bisognerà prepararla al meglio, indipendentemente da come si disporranno gli avversari. A volte le partite tu puoi prepararle, ma può sempre succedere qualcosa di inaspettato. Domani è la partita delle partite, è il derby, e bisognerà essere concentrati. Siamo pronti a tutto, domani dobbiamo mettere il 120% in campo, anzi forse anche qualcosa in più. Nel calcio tutto può succedere, vedesi la partita di Champions tra Barça e Psg. Ho ancora diversi dubbi. Bisogna anzitutto vedere tra quelli che hanno giocato chi ha recuperato. Domenica se non avessimo avuto Keita, Lukaku e Lombardi probabilmente non saremmo riusciti a vincere a Sassuolo. Talvolta sono importanti i subentranti piuttosto che coloro che iniziano dal 1′. Dobbiamo essere compatti, cercherò di fare le scelte in base a chi secondo me può darmi qualcosa in più dall’inizio in questa partita”.

Sui tifosi: “Io sono contento che domani ritorneranno tanti tifosi allo stadio. La Roma avrà più gente dalla sua parte, ma sono sicuro che i nostri tifosi non faranno sentire l’inferiorità sugli spalti”.

In aggiornamento…

CONDIVIDI
Lascia un commento
Studente presso la facoltà di Lingue e Culture Comparate all'Università "L'Orientale" (Parlo e studio il tedesco, il cinese, l'inglese e il francese). E' il corso di studi migliore che potessi scegliere considerate le mie passioni per il viaggio, per le lingue straniere e per la scoperta. Nell'anno scolastico 2015/16 ho conseguito il diploma di Liceo Linguistico con il massimo dei voti. Fare il giornalista è uno dei miei sogni e grazie ad Italiacalcio24.it lo sto realizzando. Collaboro anche per una rivista Interculturale, Oneelpis.com. Sognatore, combattente, vivo all'insegna dei sorrisi e degli attimi fuggenti. Una delle mie frasi preferite: "La pazienza è la virtù dei forti." (Sun Tzu)